Formaggio senza lattosio cosa significa

Il lattosio, chiamato anche zucchero del latte, si trova in tutti i prodotti lattiero-caseari tra cui latte, formaggio e yogurt. La lattasi, un enzima che si trova naturalmente nel corpo umano, è necessaria per digerire il lattosio. Con l’età, la produzione di lattasi può diminuire, causando una sensibilità al lattosio. Le persone intolleranti al lattosio possono pensare di dover rinunciare completamente al formaggio. Fortunatamente, questo non è il caso, dato che ci sono alcune opzioni di formaggio.

Il lattosio nel formaggio

Molti tipi di formaggio hanno naturalmente quantità molto basse o non misurabili di lattosio. Come si fa a capire quanto lattosio contiene un formaggio? Lasciate che il processo di produzione del formaggio sia la vostra guida.

Durante il processo di produzione del formaggio, il latte viene addensato e il siero (liquido) viene drenato dalla cagliata (solidi). Il siero ha tipicamente più lattosio della cagliata. Dal momento che il siero viene drenato dalla cagliata prima che il formaggio sia fatto, questo rimuove un bel po’ di lattosio. La cagliata usata per fare formaggi più morbidi (come il Brie) ha più umidità (siero) rispetto alla cagliata usata per fare formaggi duri e secchi come il cheddar. Pertanto, i formaggi morbidi tendono ad avere più lattosio di quelli duri.

Formaggio invecchiato o stagionato

Quando il formaggio invecchia, perde ancora più umidità. Più a lungo un formaggio è stato invecchiato, meno lattosio rimarrà nel prodotto finale. Se siete preoccupati per il lattosio, parlate con il vostro casaro locale per sapere quanto tempo è stato invecchiato un formaggio prima di acquistarlo.

Formaggi a basso contenuto di lattosio

Durante il processo di maturazione, il lattosio si trasforma in acido lattico. Il  Gouda Classico (stagionato 18 mesi) e XO Gouda (stagionato 26 mesi) è senza lattosio. Tuttavia, alcune altre varietà di Gouda che non sono invecchiate così a lungo hanno tracce di lattosio. Cabot Creamery, un produttore di Cheddar, dice: “I formaggi stagionati, come il cheddar stagionato naturalmente di Cabot, contengono 0 grammi di lattosio. Infatti, a differenza di molti altri prodotti caseari, il formaggio, in generale, è molto povero di lattosio. La maggior parte contiene meno di 1 grammo per porzione e non dovrebbe causare alcun sintomo di intolleranza al lattosio”.

Altri tipi di formaggio che sono invecchiati per lunghi periodi di tempo e che probabilmente hanno livelli molto piccoli o non misurabili di lattosio includono:

  1. Parmigiano-Reggiano (tipicamente stagionato da 12 a 24 mesi)
  2. Grana Padano (tipicamente stagionato da 12 a 20 mesi)
  3. Mimolette (tipicamente stagionato 22 mesi)
  4. Romano (tipicamente invecchiato da 3 a 4 anni)

Formaggi senza lattosio

Anche se non sono veramente formaggi, ci sono varietà di “formaggi” fatti senza latticini che non contengono affatto lattosio. Poiché non sono fatti con il latte, questi tipi di “formaggio” non hanno lo stesso sapore o consistenza del formaggio fatto con il latte, ma alcune persone trovano che siano un buon sostituto. Le opzioni includono formaggio di soia, formaggio di riso, formaggio di anacardi e formaggio di mandorle.

Un’altra opzione è il formaggio allo yogurt. Anche se fatto da latte il formaggio di yogurt è fatto da culture attive di yogurt, acidofilo e bifidus, che rimuovono gli zuccheri del latte durante il processo di produzione e invecchiamento del formaggio. Il formaggio allo yogurt è più vicino per gusto e consistenza al vero formaggio, e si scioglie anche bene, quindi è un sostituto ideale per chi cerca un formaggio senza lattosio.

>> Vedi elenco formaggi senza lattosio

Formaggio senza lattosio cosa significa

21,00 € (21,00 € / unità)
12,60 € (12,60 € / unità)

Formaggio senza lattosio cosa significa

Senza lattosio e senza latticini

Vedrete spesso i termini senza lattosio e senza latticini su vari prodotti e alimenti. Anche se possono sembrare la stessa cosa, non significano la stessa cosa. Gli alimenti senza lattosio sono prodotti lattiero-caseari in cui il lattosio è stato rimosso, mentre senza latticini significa che non c’è nessun latticino.

Capire queste etichette è importante per le persone con un’allergia al latte (detta anche allergia ai latticini). I prodotti senza lattosio sono fatti per le persone con intolleranza al lattosio, ma di solito non sono adatti alle persone che hanno allergie al latte o che seguono una dieta vegana o senza latticini.

Il lattosio e l’intolleranza

Il lattosio è uno zucchero presente nel latte e nei prodotti lattiero-caseari. Il nostro corpo produce un enzima chiamato lattasi, che ci aiuta a digerire correttamente il lattosio. In alcune persone, il corpo smette di produrre quantità adeguate di lattasi e diventano incapaci di digerire correttamente lo zucchero, causando disagi gastrici come gas, gonfiore, crampi, diarrea e nausea.

Per alcuni, l’ingestione di piccole quantità di alimenti contenenti lattosio può non causare alcun problema. Alcune persone che sono intolleranti al lattosio possono scoprire che possono mangiare yogurt e latte di capra. Ci sono anche compresse di lattasi che aiutano a digerire il lattosio. Ma per le persone che non possono tollerare il lattosio, scegliere prodotti senza lattosio è la scelta migliore.

Alimenti senza lattosio

Poiché il lattosio si trova solo nel latte, solo i prodotti che contengono latte possono essere senza lattosio. Pertanto, i prodotti lattiero-caseari che contengono latte sono gli unici tipi di latticini che possono essere senza lattosio. Questo significa che la panna, il latticello, alcuni formaggi, il gelato, la panna acida e persino le miscele di cioccolata calda sono vietate a chi è intollerante al lattosio. Fortunatamente, ci sono versioni senza lattosio di molti di questi alimenti sugli scaffali dei negozi. Basta cercare la dicitura “senza lattosio” sull’etichetta.

Allergia al latte (allergia ai latticini)

Le allergie al latte sono l’allergia alimentare più comune nei neonati e nei bambini piccoli. Una persona con un’allergia al latte è spesso allergica a uno dei due componenti proteici del latte: caseina e siero di latte. Il sistema immunitario del corpo reagisce in modo eccessivo a queste proteine specifiche, causando sintomi lievi come orticaria, prurito e gonfiore, fino a sintomi più gravi come affanno, problemi di respirazione e persino perdita di coscienza. Pertanto, coloro che hanno un’allergia al latte non dovrebbero ingerire alcun alimento che contenga latte.

Prodotti senza latte

Per capire l’etichetta senza latticini, è meglio capire cosa significa effettivamente latticini. I latticini si riferiscono al latte e a qualsiasi parte del latte che proviene da mucche e altri mammiferi. Quindi, per essere senza latte, un prodotto non deve avere latte e nessun ingrediente che faccia parte del latte.

Poiché il lattosio proviene dal latte, un prodotto che è senza latte non avrà lattosio al suo interno. Questo significa che un prodotto che è senza latte è anche senza lattosio; ma ricordate che un prodotto che è senza lattosio non è necessariamente senza latte.

I prodotti senza latte non contengono caseina e siero di latte. Queste proteine si trovano spesso nei prodotti etichettati come privi di lattosio, poiché la rimozione del lattosio dai prodotti lattiero-caseari potrebbe non eliminare queste proteine. Queste proteine saranno ancora presenti a meno che non ci siano altre forme di lavorazione fatte per rimuoverle.

Scegliere un piano alimentare

Per scegliere il miglior piano alimentare, devi sapere che hai un’intolleranza al lattosio o un’allergia al latte. Se voi o vostro figlio siete allergici ai latticini o a parti del latte come la caseina o il siero di latte, allora state alla larga dai prodotti senza lattosio e attenetevi a quelli che sono etichettati senza latticini o vegani. È importante che tu conosca bene gli ingredienti derivati dal latte in modo da sapere quali prodotti sono sicuri per te e per i tuoi cari. Se a voi o a vostro figlio è stata diagnosticata un’intolleranza al lattosio, allora cercate semplicemente l’etichetta senza lattosio.

Se stai seguendo una dieta vegana, non consumerai nessun latticino, che sia o meno etichettato come senza lattosio, perché i latticini provengono dagli animali. Perciò le etichette che recitano “senza latte” possono essere sicure per chi mangia vegano finché non ci sono altri prodotti animali nella lista degli ingredienti.

Formaggio senza lattosio cosa significa

Lista formaggi senza caglio animale 2020

Lista formaggi senza caglio animale

Lista formaggi con caglio vegetale e microbico
Intolleranza al lattosio cosa fare

Intolleranza al lattosio cosa fare

Risposte alle domande sull'intolleranza al lattosio
i-migliori-formaggi-senza-lattosio
latte di mandorla

Latte di mandorla

Latte senza lattosio marche



Cibi senza
Data
Dettagli
Formaggio senza lattosio cosa significa
Voto
51star1star1star1star1star
Product Name
Formaggio senza lattosio cosa significa
Price
eur 0
Product Availability
Available in Stock