latte di mandorla

Latte di mandorla



Latte di mandorla è chiamata la bibita prodotta con mandorle ed acqua, ricca di diverse sostanze nutritive.

Ha un sapore piacevole e una consistenza cremosa simile al latte normale. Per questo motivo, è una scelta popolare per i vegani e per coloro che sono allergici al lattosio o intolleranti ai latticini, che devono consumare alimenti senza lattosio e latte vegetale.

Puoi trovare latte di mandorla nella maggior parte dei supermercati, di solito nella sezione alimenti biologici, oppure online a prezzo conveniente. È anche molto facile da fare a casa.

Il latte di mandorle in commercio è disponibile in una varietà di marche e sapori (Condorelli, Alpro, Valsoia…). Per motivi di salute, è meglio scegliere latte di mandorle che non contenga zucchero aggiunto.

La maggior parte delle marche sono anche arricchite con vitamine , minerali o proteine. Se non mangi latticini, potresti trarre beneficio dalla scelta di prodotti che sono arricchiti con calcio.

La concentrazione di sostanze nutritive nel latte di mandorla dipende da quante mandorle sono state usate per farlo, quanta acqua è stata usata e se contiene vitamine e minerali aggiunti.

Latte di mandorla calorie

Sebbene le mandorle siano al 50% di grassi e ad alto contenuto di calorie , il latte di mandorle commerciale è una bevanda a basso contenuto calorico.

Ciò significa che puoi bere molto latte di mandorla senza preoccuparti dell’aumento di peso. È anche denso di sostanze nutritive, fornendo molti nutrienti in relazione al suo contenuto calorico.

I produttori di latte di mandorle lo diluiscono con acqua per rendere il suo contenuto di grassi simile a quello del latte magro, che è circa l’1% di grasso.

Una tazza di latte di mandorle contiene solo 39 calorie, ovvero la metà della quantità di calorie trovata in una tazza di latte scremato.



Valori nutrizionali del latte di mandorla senza zucchero

Latte di mandorla senza zucchero valori nutrizionali:

VALORI NUTRIZIONALI unità 100 g Per tazza
Acqua g 96.54 252,93
Calorie kcal 15 39
Proteine g 0.40 1.05
Grassi g 0.96 2.52
Carboidrati g 1.31 3.43
Fibra g 0.2 0.5
Zuccheri g 0.81 2.12

Il latte di mandorla è nutriente

Sebbene il latte di mandorle non sia altrettanto nutriente come il latte vaccino, i prodotti arricchiti si avvicinano.

Spesso contengono aggiunta di vitamina D , calcio e proteine, rendendoli più simili al latte normale nel contenuto nutrizionale.

Tuttavia, il latte di mandorle è naturalmente ricco di diverse vitamine e minerali, in particolare di vitamina E.

Per fare un confronto, la tabella seguente mostra le quantità di alcuni nutrienti, vitamine e minerali in una tazza di latte di mandorle commerciale e latte vaccino a basso contenuto di grassi.

Nella seguente tabella possiamo confrontare i valori nutrizionali del latte di mandorla con il latte vaccino. Le calorie sono nettamente inferiori, cosí come l’apporto di carboidrati.

Nutrienti  Latte di mandorla Latte di mucca
calorie 39 102
Proteina 1,55 grammi 8,22 grammi
Grasso 2,88 grammi 2,37 grammi
Carboidrati 1,52 grammi 12,18 grammi
Vitamina E 49% della RDI 0% del RDI
tiamina 11% della RDI 3% della RDI
Riboflavina 7% della RDI 27% della RDI
Magnesio 5% del RDI 8% della RDI

RDI: Dose giornaliera raccomandata

Alcuni dei minerali nel latte di mandorla non vengono assorbiti così come quelli che si trovano nel latte. Ciò è dovuto in parte al fatto che le mandorle contengono acido fitico, un antinutrimento che riduce l’assorbimento di ferro, zinco e magnesio.

Poiché il latte di mandorle è carente in molti nutrienti, non è adatto come sostituto del latte per i bambini.

In sintesi il latte di mandorla è naturalmente ricco di diverse vitamine e minerali, in particolare la vitamina E.

Diabete: il latte di mandorle non zuccherato non alza la glicemia

latte di mandorla diabete

Latte di mandorla e diabete

Il latte di mandorle non zuccherato può essere adatto alle persone con diabete.
Una gran parte del latte di mandorle sul mercato viene caricato con zucchero aggiunto.

Il latte di mandorle senza zucchero, d’altra parte, è una bevanda a basso contenuto di carboidrati, contenente solo 0,6% di carboidrati (1,5 grammi) per tazza.

In confronto, il latte vaccino a basso contenuto di grassi contiene il 5% di carboidrati, per un totale di 12 grammi in una tazza.

Il latte di mandorla è anche ricco di grassi e proteine ​​rispetto al suo contenuto di carboidrati. Per questo motivo, non causa un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, rendendolo adatto ai diabetici, così come a coloro che seguono una dieta a basso contenuto di carboidrati.

Tuttavia, assicurati di leggere gli elenchi degli ingredienti e seleziona i prodotti il ​​più puri possibile.

Il latte di mandorla è una bevanda a basso contenuto di carboidrati, che lo rende una scelta perfetta per le persone con una dieta a basso contenuto di carboidrati, così come coloro che hanno bisogno di mantenere un controllo sui loro livelli di zucchero nel sangue.

Latte vegetale senza lattosio

ll latte di mandorla non contiene latte di mucca o altri prodotti di origine animale, rendendolo una buona opzione per i vegani e per coloro che sono intolleranti al lattosio o allergici al latte.

Molte persone sono intolleranti allo zucchero del latte (lattosio) e incapaci di digerirlo completamente. Il lattosio non digerito passa al colon dove viene fermentato dai batteri residenti, portando a gas eccessivo, gonfiore, diarrea e disagio associato.

Essendo privo di latticini, il latte di mandorla non contiene lattosio, rendendolo un sostituto del latte adatto alle persone con intolleranza al lattosio .

I benefici del latte di mandorla

Il latte di mandorle arricchito può rafforzare le ossa

Benefici del latte di mandorla

Benefici del latte di mandorla

I latticini sono la fonte alimentare più ricca di calcio. Al contrario, le mandorle sono una fonte povera.

Per rendere il latte di mandorle più simile al latte vaccino, i produttori spesso lo arricchiscono di calcio. Ad esempio, una tazza di latte di mandorle commerciale può contenere fino al 45-50% di RDI.

In confronto, il contenuto di calcio in una tazza di latte vaccino può variare dal 28 al 31% della RDI.

Di conseguenza, il latte di mandorla arricchito è un’ottima fonte di calcio per le persone che non consumano prodotti lattiero-caseari, come i vegani o coloro che sono intolleranti al lattosio o allergici al latte.

Il calcio è essenziale per la costruzione e il mantenimento delle ossa. Per questo motivo, un’adeguata assunzione di calcio riduce il rischio di osteoporosi , una condizione associata a ossa e fratture deboli.
Il consumo regolare di latte di mandorla arricchito può ridurre il rischio di osteoporosi tra coloro che non consumano prodotti lattiero-caseari.

Può ridurre il rischio di malattie cardiache

Studi osservazionali mostrano che il consumo regolare di mandorle è legato a un ridotto rischio di malattie cardiache . Ciò è in parte dovuto al fatto che sono ricche di vitamina E e contengono grassi sani.

Il latte di mandorla è l’1% in peso di olio, di cui circa il 90% è insaturo.

L’acido oleico, il principale acido grasso nell’olio di mandorle, è stato associato a cambiamenti benefici nei lipidi del sangue.

Uno studio su adulti sani ha mostrato che mangiare 66 grammi di mandorle o olio di mandorle ogni giorno per sei settimane ha ridotto i livelli di colesterolo LDL “cattivo” del 6% e dei trigliceridi del 14%, aumentando il colesterolo HDL “buono” di 6 % .

Questi cambiamenti benefici nel profilo lipidico del sangue sono associati a una riduzione del rischio di malattie cardiache.

Sebbene circa il 50% delle calorie nel latte di mandorla provenga da grassi, è generalmente un prodotto a basso contenuto di grassi e probabilmente non ha un impatto significativo sul profilo lipidico del sangue.

Tuttavia, è una ricca fonte di vitamina E, fornendo circa la metà della RDI in una tazza.

Si ritiene che la vitamina E sia responsabile di molti benefici per la salute. Protegge i lipidi dall’ossidazione, riducendo i livelli di colesterolo LDL ossidato, che è un fattore di rischio per le malattie cardiache.



Il latte di mandorla è ricco di vitamina D

Molte persone sono carenti di vitamina D. Ciò alza il rischio di fragilità ossea, affaticamento e muscoli deboli .

Ci sono poche buone fonti di vitamina D nella dieta umana. Ecco perché una strategia di sanità pubblica comune è quella di arricchire determinati alimenti con la vitamina D. Ciò vale soprattutto per i prodotti lattiero-caseari.

Proprio come il latte normale, il latte di mandorla contiene vitamina D. Ad esempio, una tazza può contenere 101 UI (2,4 μg) di vitamina D, che è il 25% della RDI. Una tazza di latte vaccino arricchito con vitamine contiene quantità simili .

Questo rende il latte di mandorle arricchito un’utile fonte di vitamina D che può prevenirne il deficit se consumato regolarmente.

È facile da fare a casa

Il latte di mandorla è semplice da fare a casa con un frullatore.
Tutto ciò che serve è un frullatore, acqua e una tazza di mandorle.

Innanzitutto, la pelle viene rimossa. Puoi farlo immergendo le mandorle in acqua per 8-12 ore o durante la notte. L’ammollo ammorbidisce la pelle, permettendole di staccarsi facilmente quando le mandorle vengono risciacquate.

Quindi, mettere le mandorle in un frullatore con quattro tazze di acqua e mescolare fino a che diventano un composto liscio. Infine, rimuovere i solidi pressando la miscela attraverso un panno di cotone sterilizzato.

Come usare il latte di mandorle: come berlo

Frullati

latte di mandorla come berlo

Proprio come il latte normale, il latte di mandorla è incredibilmente versatile. Di seguito sono riportate alcune idee su come berlo come sostituto del latte:

  • Con i cereali invece del latte normale
  • Aggiungilo al tuo caffè o al tuo tè
  • Mescolalo in frullati con frutta
  • Prepara un budino di riso o un gelato senza latticini
  • Usalo in zuppe, salse e condimenti per insalate
  • Usalo come sostituto del latte in molti cibi cotti al forno

Controindicazioni

Per coloro che sono inclini a calcoli renali , il latte di mandorla non deve essere consumato in quantità eccessive. Ciò è dovuto al suo contenuto di ossalato di calcio, che è generalmente più alto nel latte di mandorle fatto in casa.

Alcune persone sono anche preoccupate per la carragenina, un addensante utilizzato in alcuni prodotti a base di latte di mandorle commerciali. Tuttavia, la maggior parte degli scienziati concorda sul fatto che il tipo e la quantità di carragenina utilizzata nei prodotti alimentari sono sicuri.

Anche chi soffre di tiroide deve prestare attenzione nel berlo.

Latte di mandorla e tiroide: buono o cattivo?

latte-di-mandorla-tiroide

Effetti sulla tiroide

Prima di considerare come il latte di mandorla possa influire sulla funzione della ghiandola tiroide, diamo prima un’occhiata al perché la tiroide svolge un ruolo così importante nel corpo umano. La tiroide è classificata come “ghiandola ormonale“.

Ciò significa che lo scopo di questa ghiandola è quello di produrre e quindi rilasciare alcuni ormoni nel flusso sanguigno – gli ormoni vengono quindi trasportati verso le cellule che contengono i recettori che rispondono agli ormoni. A loro volta, servono alcune funzioni all’interno di queste celle.

Nel caso della ghiandola tiroide, tre diversi ormoni sono prodotti e secreti nel sangue – questo include T3 (chiamato anche Triiodotironina), T4 (o Tetraiodotironina / Tiroxina) e Calcitonina 3 .

Tutti e tre questi ormoni svolgono un ruolo nel metabolismo

La calcitonina ha una funzione unica: questi ormoni aiutano il metabolismo delle ossa e aiutano anche il corpo ad abbattere e ad assorbire il calcio.

Gli altri due ormoni hanno molto in comune, ma uno è considerato una forma più “attiva” dell’ormone tiroideo rispetto agli altri. T4 è l’ormone più abbondante dei due ma è anche meno potente del T3. Il corpo produce più T4 che T3 e quindi converte T4 in T3 quando necessario. Entrambi questi ormoni hanno un impatto sul metabolismo basale del corpo.

Quando aumenta il metabolismo basale del corpo, aumenta l’esperienza della temperatura corporea, aumenta il battito cardiaco, migliora la produzione di energia e viene attivato il sistema nervoso. Molte altre funzioni nel corpo dipendono anche da una buona dose di ormoni tiroidei per funzionare a un livello ottimale.

Come il latte di mandorla influenza la tiroide?

È già noto che gli individui con problemi correlati alla tiroide devono osservare ciò che mangiano e bevono in quanto vi sono numerosi alimenti che possono alterare la funzione della ghiandola tiroide. Mentre una persona con una tiroide sana può non manifestare effetti collaterali significativamente evidenti quando mangia cibo che può aumentare o diminuire la produzione di ormoni tiroidei, una persona con una condizione come ipotiroidismo può presentare sintomi aggravati in tal caso.

La verità è che passare dal latte di mucca al latte di mandorle completamente potrebbe non solo essere un male per alcune persone che hanno problemi con la tiroide, ma potrebbe causare problemi tra le persone con una tiroide sana. Per capire perché dobbiamo guardare al ruolo importante che lo iodio gioca nella tiroide.

Lo iodio e la tiroide

Lo iodio è essenziale per la vita umana. Anche se popolarmente noto come disinfettante efficace, questo è in realtà un micronutriente che svolge un ruolo vitale nel benessere della tiroide. Infatti, le cellule della ghiandola tiroide sono le uniche cellule dell’intero corpo umano che possono utilizzare lo iodio – e senza un adeguato apporto di questo micronutriente, la tiroide non è in grado di produrre ormoni per supportare il metabolismo nel corpo.

Il latte vaccino è la fonte primaria di iodio nelle diete di milioni in tutto il mondo. Poiché lo iodio è un componente cruciale della produzione di ormoni tiroidei, quando si passa dal latte di mucca a un’alternativa, come il latte di mandorle, significa che l’assunzione di iodio da parte di una persona diventerà notevolmente inferiore.

Oltre al latte di mandorle, che non fornisce una quantità adeguata di iodio, un altro fattore importante da considerare è che le mandorle sono classificate nei goitrogens. Goitrogen 5 è un termine usato per riferirsi a qualsiasi sostanza che possa interferire con la capacità della tiroide di produrre ormoni cruciali. Mentre il latte non può agire da soppressore della funzione tiroidea in tutte le persone, questo è ancora un fattore importante che deve essere preso in considerazione.

Le persone con ipotiroidismo dovrebbero evitare il latte di mandorla?

Come notato prima, ci sono due ragioni principali per cui il latte di mandorle potrebbe non essere l’opzione più appropriata per le persone che sono consapevoli del benessere della loro tiroide. Quando si parla di ipotiroidismo, le preoccupazioni sono ancora maggiori.

Quando l’ipotiroidismo è già attivo e una persona riduce l’apporto giornaliero di iodio micronutriente, può causare un’ulteriore compromissione della funzionalità tiroidea – questo potrebbe causare un peggioramento dei sintomi che stanno già sperimentando. Tuttavia, non è solo la mancanza di iodio che è un problema qui. Gli individui con ipotiroidismo esistente possono anche sperimentare una reazione negativa significativa quando consumano cibi e bevande noti come goitrogens – e, come discusso in precedenza, le mandorle sono classificate come goitrogens. Dal momento che il latte di mandorla è fatto di mandorle, può causare la capacità della tiroide di produrre ormoni a compromissione.



Latte di mandorla Condorelli

Il latte di mandorla Condorelli è una delle marche rinomate nella produzione di questo latte vegetale. La ragione è l’alta percentuale di mandorle rispetto al dosaggio dell’acqua. Questo lo fa avvicinare come gusto e proprietà al latte che possiamo produrre a casa. Per capire la differenza con altre marche, nel latte di mandorla Condorelli la percentuale di mandorle è dell’11%. In Alpro, Esselunga e Valsoia c’è il 2% di mandorle, in Valdibella 7,5%. Gli altri latti sono studiati come sostituti del latte vaccino, con aggiunta di elementi nutrizionali come vitamine e calcio.

Latte di mandorla Condorelli

Latte di mandorla Condorelli

Questa bibita alla mandorla è invece piacevole da gustare quasi come quella tradizionale siciliana, perfetta da utilizzare in cucina per realizzare anche dolci, creme e gelati. Condorelli produce il latte di mandorla nelle seguenti versioni:

  1. Latte di mandorla classico
  2. Mandorla e Pistacchio
  3. Light
  4. Mandorla e arance rosse di Sicilia
  5. Bio

Ricetta latte di mandorla fatto a casa

latte-di-mandorla-fatto a casa ricetta

Ricetta

Ricetta latte di mandorla dolce


Ingredienti:

  • 1 Litro di acqua fredda
  • 200 gr di mandorle spellate
  • 25 gr di zucchero (facoltativo o da sostituire con altro dolcificante come i datteri)

Ricetta con bimby

Mettere nella ciotola mandorle e zucchero. Frullare a velocità 8 per 30 secondi. Aggiungere l’acqua e chiudere il coperchio. Frullare a velocità 10 per 30 secondi.
Filtrare il latte in un’altro contenitore con un telo in cotone o lino sterilizzato, strizzando bene. Travasare in una bottiglia preferibilmente di vetro.

Ricetta con frullatore

Frullare mandorle e zucchero (in caso lo utilizziate) nel frullatore fino a renderli una polvere fine. Aggiungere l’acqua e frullare a velocità media per 60 secondi. Filtrare il latte e travasarlo.

Conservazione

Conservare il latte ottenuto chiuso ermeticamente in frigorifero per 4 giorni massimo. Va servito freddo, oppure utilizzato in cucina. Si può scaldare a fiamma bassa.



Come scaldare il latte di mandorla

Il latte di mandorla è diverso dal latte vaccino, perché è fatto di mandorle tritate e non contiene lattosio o colesterolo. Anche con queste differenze, i metodi per riscaldare il latte di mandorle sono simili a quelli usati per scaldare il latte di mucca. Con un calore delicato e un processo di riscaldamento lento, il latte di mandorla si scalda e assume un sapore di mandorle tostato.

Riscaldare sulla fiamma a bagnomaria

latte di mandorla si puo scaldare

Bagnomaria

Utilizza il metodo a bagnomaria per scaldare il latte dolcemente. Versa dell’acqua in un pentolino e mettila a scaldare, in un altro pentolino più piccolo versa il latte e immergilo nel primo pentolino fino a che non si è scaldato. Questo metodo farà aumentare gradualmente la temperatura del latte.

Riscaldare il latte di mandorla nel microonde

Impostare a potenza media 50% e procedete per 30 secondi, mescolando e verificando la temperatura del latte. Si può usare anche l’impostazione per scongelare.

Non far mai bollire il latte di mandorla, oltre a perdere le proprietà nutritive il sapore sarà amaro e poco piacevole al palato.

i-migliori-formaggi-senza-lattosio
latte di mandorla
Cibi senza
Data
Dettagli
Latte di mandorla calorie, valori nutrizionali, prezzo, come berlo
Voto
51star1star1star1star1star