come-ridurre-istamina-nel-corpo

Un insieme di accorgimenti e attenzione nella dieta ci permetteranno di tenere sempre sotto controllo l’istamina, e poter arrivare alla radice del problema per eliminarlo. Ci vuole pazienza e forza di volontà, trovare la propria dieta personalizzata per ottenere risultati ottimi nel giro di poco tempo.

3 integratori potenti per eliminare l’istamina



I seguenti integratori possono aiutarti a superare un’intolleranza all’istamina in modo naturale:

    1. PROBIOTICI – I probiotici giusti hanno un duplice scopo: possono aiutare a guarire l’intestino e degradare le istamine.
      Bifidobacterium, in particolare, può interferire conl’istamina e ridurre i livelli di istamina. In uno studio  hanno soppresso il rilascio di istamina, abbassato i livelli di istamina e diminuito i sintomi simil-allergici.
      Altri ceppi utili includono: Lactobacillus rhamnosus e Lactobacillus plantarum.
    2. D-HIST – Questo prodotto combina 5 potenti nutrienti per aiutare a calmare i sintomi e degradare le istamine in modo naturale. La quercetina è un bioflavonoide che blocca il rilascio di istamina dai mastociti, mentre la vitamina C e la bromelina combattono i sintomi dell’istamina. La ricerca ha dimostrato che ortiche e NAC (N-acetil cisteina) hanno anche ruoli importanti nel controllo dei sintomi indotti dall’istamina. (D-Hist si trova in vendita on-line ►)
    3. Enzimi DAO – Gli integratori DAO sono di grande aiuto per coloro che hanno problemi a scomporre l’istamina piuttosto che a produrla. Aiutano a degradare e ridurre l’istamina esogena (esterna) e possono essere molto utili in alcuni casi. Il modo più semplice per sapere se un integratore DAO sarà utile è testarlo.

Ciascuno di questi integratori è più efficace quando fa parte di un approccio sfaccettato che include cambiamenti nella dieta e nello stile di vita.
Ti mostriamo come cambiare la tua dieta per guarire più velocemente.


Seguire una dieta a basso contenuto di istamina per un rapido sollievo

Con una lunga lista di alimenti con istamina da evitare, probabilmente ti stai chiedendo che cosa resta da mangiare!

Prima di entrare in una lista di cibi a bassa istamina, ricorda sempre che non si tratta di seguire la dieta giusta o sbagliata. Si tratta di trovare la dieta che funziona per te.

Ecco un elenco generale di alimenti che sono accettabili per una dieta a basso contenuto di istamina :

  • Carne appena cotta, pollame (congelato o fresco)
  • Pesce fresco
  • Tuorli d’uovo ruspanti (prova gli albumi prima di consumarli)
  • Cereali senza glutine come riso, quinoa e miglio
  • Frutta: pera, anguria, mele, melone, uva, ciliegie, mirtilli, more
  • Verdure fresche e verdure a foglia verde (eccetto pomodori, spinaci e melanzane)
  • Latte di cocco, latte di riso, latte di canapa, latte di mandorla
  • Ghee, olio di cocco, olio di oliva
  • Tè alle erbe
  • Chia, lino e semi di canapa
  • Crema di cocco, cocco e burro di cocco
5,84 € (11,68 € / kg)
7,30 € (14,60 € / kg)

L’eliminazione di tutti gli alimenti potenzialmente problematici (per almeno 30 giorni) e l’aggiunta di cibi a bassa istamina è un ottimo modo per calmare l’infiammazione e ridurre i sintomi immediati.

(Non vogliamo eliminare questi alimenti a tempo indeterminato – i cibi ad alto contenuto di istamina sono tra i cibi più nutrienti).

L’obiettivo della medicina funzionale è quello di affrontare la causa sottostante, il motivo per cui si verifica in primo luogo un’intolleranza all’istamina.

Per raggiungere questo obiettivo, abbiamo bisogno di spostare la nostra attenzione verso l’intestino.

Il problema con gli antistaminici

Con un nome come anti- istaminico, non c’è da meravigliarsi se questi farmaci sono parte di un’industria di miliardi di euro.

I farmaci antistaminici sono progettati per impedire alle istamine di legarsi ai recettori dell’istamina, principalmente i recettori H1 e H2.

Ma i farmaci antistaminici non rimuovono le istamine dal corpo, il che significa che sono libere di legarsi ai recettori rimanenti. Questo spiega perché un antistaminico può alleviare un naso che cola e prurito agli occhi, ma è inefficace per mal di testa, vertigini o altri sintomi comuni dell’istamina.

I farmaci antistaminici si occupano solo del risultato, non della causa.

(Per non parlare della lunga lista di effetti collaterali che accompagnano questi farmaci da banco.)

Inoltre, una serie di studi dimostrano che possono esaurire l’attività degli enzimi DAO. Questa è una brutta notizia, poiché i nostri enzimi DAO devono funzionare correttamente al fine di ridurre la quantità di istamina assorbita nel flusso sanguigno.

Per quanto possano essere utili per situazioni di emergenza, come abbiamo visto in precedenza ci sono altre alternative che possono alleviare i sintomi e sostenere il processo di guarigione.

Come guarire e superare l’intolleranza all’istamina (per sempre)

Per quanto vogliamo incolparle, le istamine non sono il nemico.

Le istamine sono necessarie per combattere le tossine, sostenere il sistema immunitario e sono responsabili della prima fase del rilascio di acido dello stomaco.

Le istamine diventano il nemico solo quando non possono essere abbattute o vengono sovraprodotte. A parte la genetica, la causa più probabile di entrambi gli scenari è l’intestino e le infezioni.

Un intestino sano è la tua arma più potente nella lotta contro l’intolleranza all’istamina.

Ma sappiamo che guarire il tuo intestino può essere un compito arduo.


Un’intolleranza all’istamina è un problema grande, ma è possibile superarlo concentrando l’attenzione anche insieme al tuo medico sulla salute del tuo intestino.

carenza-di-DAO-e-coronavirus
alimenti senza istamina e tiramina